Ormeggio in banchina

Entrata in porto

  1. Prima di avvicinarsi, studiare il porto sulla pagine Azzurre, prendendo nota del canale VHF da contattare e/o il numero di telefono, i fondali, il vento di traversia o pericoli.
  2. Contattare il porto con il VHF e/o il telefono per informare del vostro arrivo e accertarsi che ci sia disponibilità di un ormeggio.
  3. A circa 2 miglia (20 minuti) dall’imboccatura: PREDISPONETE L’IMBARCAZIONE:
    1. Legate i parabordi (almeno 3 per lato) alla battagliola con nodo “parlato” e teneteli entrobordo. Tenendo un parabordo libero in pozzetto da usare all’occorrenza.
    2. Predisporre il mezzo marinaio.
    3. Predisporre le cime d’ormeggio a poppa, assicurando un capo della cima sulla bitta (senza fare nodi) lasciando il resto della cima in chiaro all’interno del pozzetto accertandosi che non possa finire in acqua
  4. A mezzo miglio dall’imboccatura mettete i parabordi fuori bordo e ammainate le vele:
    1. Rollate prima il fiocco evitando lo sbandieramento della vela. Se le condizioni del mare e del vento sono impegnative, lasciate un pò (2 mt) di fiocco a riva per assicurarsi di manovrare l’imbarcazione anche se il motore dovesse mollare in prossimità degli scogli;
    2. mettete la prua al vento e ammainate la randa, accertandosi prima che la drizza della randa sia in chiaro. L’uomo sotto l’albero recupera la vela dopo aver aperto il carrello posto sulla tuga. Un uomo al winch si accerta che la drizza  scorra veloce rimanendo pronto a issare nel caso fosse necessario.
  5. Riportate alla Torre che siete all’imboccatura;
  6. Alimentate il bow trust (elica di prua).
  7. Procedete con motore al minimo verso l’ormeggio. Meglio procedere direttamente in retromarcia evitando di manovrare in prossimità della banchina. In condizioni impegnative chiedete assistenza e aiutatevi con il bow trust.

  1. Cima di poppa sopravvento
  2. Se serve aiutatevi con il motore (marcia avanti e timone verso il vento) per tenere la prua allineata – con elica in movimento fare molta attenzione alle cime di ormeggio
  3. Prendere la drappa sopravvento cazzando senza sforzare la schiena 
  4. Tenere la poppa almeno 2 metri dalla banchina
  5. Motore a folle e timone al centro
  6. Cima di poppa sottovento
  7. Prendere la drappa sottovento cazzando a mano senza sforzare la schiena 
  8. Avvicinarsi in banchina a circa 1 metro aiutandosi con il motore (marcia indietro  e timone a centro) – con elica in movimento fare molta attenzione alle cime di ormeggio
  9. A ormeggio completato retrarre il bow trust (elica di prua) e spegnete motore
  10. Scollegare l’alimentazione del bow trust e spegnere auto-pilota e strumenti di navigazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *